Il Progetto “All’Opera… Le scuole al Maggio!” celebra Puccini e Turandot

Passione, enigmi, esotismo, una fiaba orientale che nasconde, come tutte le opere, significati e simboli che ogni volta rivelano qualcosa di nuovo e di originale.

A cento anni dalla morte di Giacomo Puccini, il Progetto All’Opera… Le scuole al Maggio! affronta la messa in scena della riduzione originale La Principessa di gelo, da Turandot del grande Maestro di Lucca, con la partecipazione in palcoscenico di 450 bambini delle scuole primarie di Firenze e di oltre 4.100 studenti che canteranno dalla platea.

La storia che stiamo per raccontarvi è molto antica, risale a tanto tempo fa, eppure è viva, reale… Ci appartiene… Racconta di una bellissima principessa, una giovane donna che aveva paura e che si nascondeva dietro le parole. E i suoi enigmi, erano il suo nascondiglio segreto. Eppure i segreti a differenza dei misteri possono essere svelati ma solo da uomini coraggiosi che non temono la verità. 

Molti principi avevano tentato invano di risolvere gli enigmi, ma nessuno vi era riuscito. Tutti avevano perso la testa nell’illusione di possedere Turandot… Fino a quando…’

È la riduzione d’opera LA PRINCIPESSA DI GELO da Turandot di Giacomo Puccini la protagonista della XVII edizione del Progetto All’Opera… Le scuole al Maggio! che andrà in scena dal 14 al 18 febbraio 2024, con una prova generale aperta e due recite riservate alle scuole, e due recite aperte al pubblico, nella Sala Grande del Teatro del Maggio.

Mesi intensi di preparazione per uno spettacolo che coinvolgerà direttamente in palcoscenico, in veste di attori e coro di voci bianche, 450 studenti delle scuole primarie di Firenze che hanno aderito tramite “Le Chiavi della Città”, e 4.100 studenti provenienti da 68 istituti scolastici di 23 comuni della Toscana e un comune dell’Umbria (province di Arezzo, Grosseto, Firenze, Pisa, Prato, Siena e Perugia) che canteranno dalla platea durante le recite riservate alle scuole.

Il progetto All’Opera… Le scuole al Maggio!, infatti, si articola in due percorsi; quello PRINCIPALE, riservato alle scuole primarie e secondarie di I grado del Comune di Firenze, che prevede una serie di incontri a scuola a cura degli operatori e dei formatori di Venti Lucenti che guidando gli studenti e gli/le insegnanti alla scoperta dell’opera scelta e dei i brani corali da cantare, sempre in lingua originale, e della regia dello spettacolo in cui saranno in scena.

Parallelamente le classi che non possono aderire al percorso PRINCIPALE, o che ne rimangono escluse, possono aderire al percorso ALTERNATIVO: oltre ad assistere allo spettacolo durante le recite riservate alle scuole, possono partecipare “attivamente” cantando dalla platea alcuni brani dello spettacolo attraverso un percorso di formazione a scuola e la ricezione di un kit didattico, a cura di Venti Lucenti, per la preparazione e l’approfondimento dell’opera, dello spettacolo e dei brani corali previsti.

Un lavoro di preparazione intenso, iniziato a novembre 2023, che in questa edizione ha riscontrato una partecipazione delle scuole ancora maggiore rispetto alla precedente.

All’Opera… Le scuole Al Maggio!, un progetto di Fondazione CR Firenze, ideato e realizzato da Venti Lucenti in collaborazione con l’Assessorato all’Educazione, Welfare e Immigrazione del Comune di Firenze (Le Chiavi della Città) e il Teatro del Maggio Musicale, dal 2006 ha portato in scena 17 riduzioni d’opera originali da 15 opere integrali, con 80 alzate di sipario, 10.500 studenti in palcoscenico, 27.000 studenti che hanno cantato dalla platea, 2.800 insegnanti, 400 studenti in PCTO (Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento).

Lo spettacolo LA PRINCIPESSA DI GELO ha la regia, la scrittura scenica e i costumi di Manu Lalli; a suonare dal vivo l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino diretta da Giuseppe La Malfa.

Il cast è formato dall’attrice Chiara Casalbuoni (Narratrice) e dai solisti dell’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino:  Eunhee Maggio e Valentina Corò (Turandot), Alfonso Zambuto e Oronzo D’Urso (Calaf), Olha Smokolina (Liù).

In veste di piccoli attori e di coro di voci bianche gli studenti delle scuole primarie e secondarie di Firenze degli Istituti Giotto e Niccolini che sono stati formati dai maestri di coro Anastasiya Byshlyaha, Diana Gaci Scaletti e dai formatori Venti Lucenti Roberto Salemi, Giorgia Tomasi, Leonardo Pesucci.

Sul palcoscenico anche 21 studenti in PCTO (Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento) del Liceo Classico Michelangiolo, del Liceo Classico Galileo e del Liceo Classico e Musicale Alberti-Dante di Firenze. Altri 15 studenti in PCTO del Liceo Artistico Alberti-Dante di Firenze hanno collaborato alla realizzazione dell’attrezzeria con i reparti tecnici di Venti Lucenti.

“Non sono tanti i progetti che possono vantare una continuità a cui corrisponde una partecipazione così assidua – afferma Gabriele Gori, Direttore Generale di Fondazione CR Firenze -, ebbene il progetto “All’Opera… Le scuole al Maggio!” è senz’altro uno di questi. Da 17 anni, all’interno del percorso delle Chiavi della Città, riesce ad appassionare intere classi di bambini e bambine facendo respirare la bellezza dell’opera anche nelle case di questi piccoli studenti. È questo il grande valore del progetto che abbiamo l’onore di promuovere insieme a Venti Lucenti. Vedere a teatro così tanti giovani ci offre sempre un’emozione nuova che ci auguriamo possa contagiare un pubblico sempre più ampio”.

 “ ‘La Principessa di gelo’ è una produzione di alta qualità – ha detto l’assessore all’Educazione Sara Funaro – inserita nel progetto ‘All’Opera… Le scuole al Maggio!’, che fa parte del ricco catalogo di attività de ‘Le Chiavi della città’. Grazie a questo bel progetto gli studenti fiorentini si mettono in gioco e hanno l’occasione di esprimere le loro qualità artistiche. Grazie a questo progetto della Fondazione CR Firenze, realizzato in collaborazione con Venti Lucenti e il Teatro del Maggio Musicale, i ragazzi fanno esperienza e sperimentano l’opera lirica, che ha un grande valore formativo. Fare teatro è importante nel percorso educativo dei nostri ragazzi e siamo convinti della necessità di continuare a investire in progetti come questo”.

Manu Lalli, Direttore artistico e regista di Venti Lucenti: “Il Progetto All’Opera da 17 anni coinvolge i bambini delle scuole fiorentine nell’esperienza del ‘fare l’opera’, parteciparla, viverla, crearla insieme ai professionisti della Compagnia Venti Lucenti e a quelli del Maggio Musicale Fiorentino. Un progetto che Fondazione CR Firenze, il Comune di Firenze e il Maggio Musicale Fiorentino supportano da tempo e che è diventato negli anni uno degli appuntamenti più attesi della stagione del Teatro. In un momento storico di così tale complessità, come quello presente, il privilegio di frequentare il teatro assieme ai bambini rinnova la speranza e l’auspicio che l’educazione, la musica e l’arte si facciano rinnovati portatori di empatia, di poesia e di pace”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *