WAR

di Manu Lalli

Lo spettacolo WAR del Laboratorio di formazione all’arte scenica DIONISOX ha avuto come nell’intenzione iniziale del laboratorio, l’obbiettivo di sensibilizzare, gli studenti attori e il pubblico sul tema dell’orrore della guerra e sulla gravità delle tante guerre ancora oggi in corso in tutto il mondo.
Lo spettacolo è stato in questa occasione ancora più pregnante che nel passato, poiché si è svolto proprio nel centro di uno degli edifici della città di Firenze che oggi, come nel 1400 si occupa di bambini e donne che da queste guerre, personali o globali sono fuggiti.

Il cortile delle donne è proprio il luogo nel quale questa accoglienza e ospitalità si è concretizzata (nel passato e nel presente) in un vero e proprio supporto e ospitalità a donne e bambini in difficoltà.
La sera dello spettacolo il pubblico è stato accompagnato in gruppi di 20 persone all’interno del cortile ed ha potuto prendere parte ad una performance per quadri estremamente evocativa sugli effetti che le guerre, sia antiche che moderne, hanno avuto ed hanno su le madri e i bambini inermi e spesso incapaci persino di comprendere le ragioni dell’esercizio di una così immane violenza degli stati.
Ancora una volta l’arte si è fatta veicolo di racconto, identificazione e denuncia, con l’auspicio di contribuire a parlare di pace attraverso un linguaggio poetico e, ci auguriamo, pieno di speranza.

Scrittura scenica, regia, scene e costumi Manu Lalli
Assitente alla regia e al movimento scenico Daniele Bacci
Assistenti di scena Cristina Colombo e Chiara Casalbuoni

Referente Amnesty International Silvia Andalò

Attori Studenti dell’Istituto Statale d’Arte di Firenze

PARTNER
Istituto Statale d’Arte di Firenze
Assessorato alla Cultura della Provincia di Firenze
Amnesty International delegazione Fiorentina
Unesco Firenze
Istituto degli Innocenti Firenze

Con la partecipazione speciale di Chiara Crescioli