GUERRA

 di Manu Lalli 

Teatro Bucci – San Giovanni Valdarno

Venerdì 18 maggio 2001 ore 21.00

Teatro Verdi

Domenica 3 giugno 2001 ore 21.00

Che cos’è la guerra? Chissà se coloro che popoleranno la terra in futuro potranno rivolgersi l’un l’altro questa domanda o se, invece, senza chiederlo affatto, continueranno a farla in nome di Stati, coalizioni, religioni che per il loro privato punto di vista sono migliori di altre?  Che cos’è per noi oggi la guerra? E che cosa è stata?
Questo è il movente dello spettacolo. Le conclusioni sono che la guerra uccide la gente. Tanta gente. E solo questo è davvero importante.
La guerra non si può dare per scontata e non si può far finta che non esista, in qualsiasi parte del mondo sia, ci coinvolge e ci obbliga a divenire parte attiva della comunità.
Probabilmente, uno spettacolo sulla storia della guerra ha un senso solo se tutte le persone coinvolte credono che dire NO alla guerra sia ancora possibile, anzi, oggi più che mai, indispensabile.
Affrontare un soggetto del genere ha richiesto, da parte di tutti, un grande impegno poiché, alla maggior parte delle persone piace di più sentire la musica alla radio che ascoltare brutte notizie al telegiornale, e non  pensare che quella radio possono ascoltarla solo perché vivono, per  adesso, in un paese in  pace, mentre in centinaia di paesi in tutto il mondo, in questo stesso momento (nel momento preciso in cui quelle persone ascoltano la radio), centinaia di altre muoiono, o vengono seviziate, mutilate, stuprate, torturate in guerre mostruose, che spesso si compiono sotto gli occhi di tutti, troppo “impegnati” per ascoltare “la politica”, al posto delle solite canzonette o giochi a premi…
Saremo felici di poter dire che il prodotto di questo lavoro è portato a compimento da persone che hanno capito quello che volevamo dire. Abbiamo fiducia nelle persone e nel teatro, che per sua stessa natura pone coloro che sono coinvolti nella rappresentazione (attori e spettatori, facce di una stessa medaglia) di fronte all’inevitabile dilemma della riflessione.
Esplicitamente abbiamo realizzato uno spettacolo, implicitamente, credo, lavoriamo per cercare di diventare persone in grado di affrontare, con dignità e amore, intelligenza e senso critico, la vita futura. Forse è poetica o utopistica l’ idea che uno spettacolo possa in qualche modo contribuire a cambiare qualcosa… Ma l’esperienza ci insegna che enormi alberi nascono da semi piccolissimi e che dare importanza alle cose che si fanno diventa, soprattutto per i giovani, un valore.
Sarà faticoso, alle volte insopportabilmente, poiché i semi a crescere impiegano anni, e vanno curati con tutto l’amore possibile. Ma le donne e gli uomini della terra hanno risorse infinite.

Lo spettacolo sostiene l’Associazione EMERGENCY.
_

Regia, scrittura scenica e scene Manu Lalli
Assistente alla regia e movimento scenico Daniele Bacci
Assistenti di scena Serenella Izzo, Cristina Colombo

Costumi Maria Luisa Sensi in collaborazione con l’Istituto G. Marconi di San Giovanni Valdarno
Scene Venti Lucenti a cura di Serenella Izzo, Pietro Barraco, Neri Pandolfini, Antonio Carrabba
Luci Emiliano Pona
Fonica Tamassia Fonen

Attori Andrea Abbassi, Laura Apergi, Miluscia Arnetoli, Donata Bacchi, Giulio Bacci ,Giovanni Bacci, Chiara Baldovini, Belinda Basha, Daniele Bernabei, Irene Bianchini, Ginevra Boni, Silvia Bruschi, Giada Campani, Alice Cappelletti, Antonio Carnevale, Cosimo Delli Carri, Debora Chioccioli, Camilla Ciappina, Valeria Ciurcina, Giulia Comin, Viola Conti, Eugenia Coppitz, Irene Corti, Anais Coumine, Lucia Curcio, Lucia De Stefani, Ilaria Defanti, Gabriella Denisi, Veronica Falato, Veronica Falmi, Filippo Fani, Cardini Federica, Niccolò Franchi, Federica Francolini, Erica Gaito, Benedetta Gallerini, Giulia Gentile, Lorenzo Gherardi, Andrea Gigli, Pietro Guarracino, Marilina Iovine, Giulia Landi, Letizia Lanfranchi, Francesco Magini, Roberta Malespini, Irene Mancini, Michele Martinuzzi, Michele Marucelli, Roberta Mecheri, Filippo Montesi, Virginia Morelli, Florian Mussgunug, Cristopher Nicolodi, Fulvio Niro, Laura Padovani, Debora Panaggio, Giulia Papini, Giancarlo Petralito, Gaia Petrini, Michele Pianigiani, Bianca Pistelli, Tommaso Poggi, Marta Pratellesi, Veronica Procopio, Claudia Purarelli, Giulia Rabbene, Tommaso Ricci, Dario Romagnoli, Lorenzo Romano, Peggy Ruggiano, Elisa Salomoni, Matteo Santacesaria, Manfredi Scanagatta, Laura Scavuzzo, Claudia Sderci, Giulia Secci, Hirsa Shohadai, Alessandro Stagi, Simone Tellini, Marina Tiberti, Rebecca Tommasi, Yasmin Tootonchi, Maria Teresa Trisciuzzi, Alice Troise, Clara Vannucci, Chiara Venturini, Giulia Verga, Luigi Vessella, Niccolò Vigiani, Viola Villani, Francesca Zabban, Elisa Zanetti

Docenti responsabili Istituto G. Marconi Chiara Casucci, Anna Mattesini, Libera Bramante, Betti Simonti
Docenti responsabili del Liceo Castelnuovo Manuela Marranci, Sergio Scifo
Docente responsabile Liceo Rodolico Maria Grazia Celli

Rapporti con Associazione Emergency Manuela Marranci

Foto e grafica Pietro Barraco, Michele Monasta

PARTNER
Liceo Scientifico Rodolico di Firenze
Liceo Scientifico Castelnuovo di Firenze
Ipsia Marconi di San Giovanni Valdarno
Banda Musicale di Loro Ciuffenna
Consiglio di Quartiere 4 Firenze
Biblioteca Comunale dell’Isolotto Firenze
Consiglio di Quartiere 1 Firenze
Libreria Finis Terre di San Giovanni Valdarno
Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Firenze
Assessorato alla Cultura del Comune di Firenze
Assessorato alla Cultura del Comune di San Giovanni Valdarno
Commissione Pace del Comune di Firenze
Assessorato alla Cultura Provincia di Firenze
Assessorato alla Cultura Provincia di Arezzo
Comune di Bucine
Comune di Loro Ciuffenna
Comune di Cavriglia

X